Pubblicazioni

Il Dirigente scolastico rende noto che per consentire l'erogazione della Didattica a Distanza prevista dalla

normativa vigente e quindi per garantire il diritto allo studio degli studenti privi di strumenti tecnologici adeguati,

l'Istituto provvederà ad assegnare in comodato d'uso gratuito i dispositivi acquistati con i fondi del POR Calabria Fers

Fse 2014-2020 -Asse 12 -Azione 10.1.1.

Si invitano pertanto le famiglie degli studenti interessati a presentare formale richiesta, entro e non oltre

le ore 13.00 del 24 luglio 2020, compilando il modello allegato alla presente manifestazione di interesse e

inviandolo al seguente indirizzo email czic84400q@istruzione.it, inserendo come oggetto:"richiesta assegnazione

strumentazione DAD".


Si allegano file relativi all'oggetto.

Carissimi alunni,
questo nostro particolare anno scolastico è terminato, diciamolo pure… “FINALMENTE!” Perché la DaD, per quanto sia stata importante a farci sentire #viciniseppurdistanti, non è la didattica che piace a noi che viviamo la SCUOLA come una FAMIGLIA.
L’emergenza sanitaria ci ha giustamente costretti al distanziamento sociale, pertanto, da persone responsabili, abbiamo fatto del nostro meglio per rispettare le regole stabilite, ma nel cuore sentiamo forte la speranza che questa pericolosa malattia venga al più presto completamente debellata, per ritornare alla “normalità” che tanto ci è mancata.
Chi ce lo doveva dire… che noi maestre avremmo rimpianto anche il chiasso e gli assembramenti alla cattedra o davanti alla lavagna, di tutti quei bimbi che non avevano tanta voglia di rispettare il proprio turno.
Chi ce lo doveva dire… che voi alunni avreste provato nostalgia pure per le interrogazioni e le verifiche da svolgere insieme ai compagni sotto lo sguardo attento dell’insegnante, magari aspettando il momento giusto per poter copiare in segreto e farla franca; davanti ad uno schermo anche se possiamo “accendere la risposta con l’aiuto da casa”, come dice Gerry Scotti, senza essere rimproverati, non si assapora la stessa emozione.
Chi ce lo doveva dire… che noi maestre avremmo desiderato, così tanto, pronunciare tutte quelle esortazioni ripetitive per richiamare la vostra attenzione dopo la ricreazione.
Chi ce lo doveva dire… che voi alunni, dal più piccolo al più grande, avreste detto alzandovi dal letto, con la vocina commossa, “Mamma, io voglio andare a scuola! Mi manca!”
Ce lo ha detto in modo molto esplicito il tanto temuto coronavirus;talmente piccolo da essere invisibile è riuscito, comunque, a mostrarci la nostra vita da un’altra prospettiva e quello che sembrava scontato e ordinario lo abbiamo rivalutato come l’essenza della nostra felicità.Incoraggiamoci tutti e sosteniamoci vicendevolmente per non ricadere nel pantano della superficialità; continuiamo ad apprendere il giusto valore da dare alle cose.
Quest’anno la programmazione scolastica ha subito delle variazioni, cambiamenti di obiettivi e strategie, ma ciò che la Scuola ha davvero veicolato nel corso del secondo quadrimestre è stato l’AMORE… l’amore per i propri ragazzi, soprattutto per quelli che non ha potuto raggiungere facilmente, l’amore per le loro famiglie, l’amore per tutta la comunità educante, l’amore per i propri spazi che sorpassano i luoghi, l’amore per quella metodologia di studio che apre la mente e il cuore.
La volpe dice al Piccolo Principe: “Non si vede bene che col cuore”ed è proprio vero, senza cuore tutto è sterile e freddo, se la DaD ha dato dei risultati, o ha permesso di ottenerli, ciò è stato possibile perché dietro le video lezioni, sincrone e asincrone, ci sono stati cuori appassionati che avevano il desiderio di darsi e di ricevere.
Nostri amati bambini, i numeri dei voti non potranno mai calcolare con esattezza la vostra crescita umana che in questi pochi mesi ha subito una forte accelerazione; anche chi è stato più distante o non ha partecipato alla ormai famosa DaD, a causa delle difficoltà a gestire il collegamento virtuale, siamo fermamente convinte che abbia imparato tanto in termini di sacrificio, abnegazione,consapevolezza, pazienza, attenzione, rispetto, interazione, collaborazione, condivisione e… tanto altro ancora.
Non possiamo definire tutto ciò come il raggiungimento delle competenze chiave che noi insegnanti andiamo ogni anno a valutare? Noi pensiamo proprio di sì.
La vita è una grande maestra, avete imparato facendo esperienza,avete maturato tali competenze perché le avete vissute, pur non leggendole sulla vostra scheda di valutazione, vi siete auto-educati con la guida degli adulti che amano prendersi cura di voi.
Con la speranza che nel prossimo anno scolastico possiamo ritrovarci tutti #vicinieuniti, vi auguriamo con tanto affetto una serena stagione calda, il sole possa illuminare le vostre giornate e la sua luce possa dissolvere le paure provate.
Agli allievi della classe quinta, in particolare, auguriamo “Buona Strada”: siete giunti al bivio, un nuovo percorso è lì, davanti a voi,pronto per essere scoperto. Sicuramente a settembre sentirete le così dette “farfalle nella pancia”, paura mista a nostalgia, ma anche voglia di nuove avventure ed entusiasmo, ebbene… non trattenetevi, spiegate le ali e volate, ricordate il gatto Zorba? Disse riferendosi alla gabbianella: “Vola solo chi osa farlo!”. E allora, osate… avete tutte le potenzialità necessarie per intraprendere questo nuovo viaggio.
AD MAIORA SEMPER!
Vi vogliamo tanto tanto bene
Le vostre Maestre: Francesca, Maria Celeste, Esterina; Concetta, Nadia, Tiziana, Maria Rita, Dina, Loredana e Suor Elisabetta.
Lamezia Terme, 09 giugno 2020

foto


                                                      W IL PLESSO  ALBERTO MANZI”DI LAMEZIA TERME
#alunniemaestrepersempreuniti

 Si allega il link di riferimento del videomessaggio

https://www.youtube.com/watch?v=2gf6tWLiRrs

Le insegnanti della scuola dell' infanzia di Pianopoli salutano i bambini. 

Si allega il link di riferimento

www.youtube.com/watch?v=RZmmg7NVFBk

 

Pagina 1 di 50

Inizio pagina